Hidden Child

Posted in Colors of Life, HOME by

Cosa fare durante un grigio weekend di pioggia? Oziare sul divano, certo, oppure approfittarne per mettere in ordine quei cassetti che continuiamo a riempire come se avessero un doppio fondo. Il cassetto della scrivania di Lara non aspettava altro che questo momento e la giovane donna, mentre frugava tra penne, fogli, schizzi, biglietti e cartoline, pensò che in fondo anche un’attività apparentemente noiosa come quella poteva rivelarsi interessante. Senza accorgersene si ritrovò a sorridere malinconicamente davanti ad una foto fatta il giorno della sua maturità, sospirare davanti ai biglietti romantici dei suoi spasimanti adolescenziali e piangere silenziosamente accarezzando il santino regalatole dalla nonna poco prima di lasciare per sempre questo mondo…e poi, proprio mentre stava per chiudere il cassetto e mettere pausa al flusso di emozioni contrastanti che esso stava provocando, la sua attenzione fu attirata da una foto tutta stropicciata. La prese, la sistemò al meglio possibile e si fermò ad ammirarla: la persona che la guardava dall’altra parte della foto era una piccola e vivace Lara, con gli occhi birichini di chi sta per combinare una marachella e il sorriso di chi invece un guaio lo ha già fatto e sta cercando di nasconderlo. Quando dicono che i bambini trasmettono felicità e serenità non sbagliano; la loro spensieratezza è quasi rassicurante e ha il grande potere di farci dimenticare, anche solo per un momento, i problemi degli adulti. Guardando la foto, Lara non poté fare a meno di riflettere sul fatto che ogni tanto tutti dovrebbero portare alla luce il proprio fanciullo interiore, anche solo per fare una smorfia di nascosto al nostro capo che ci ha fatto arrabbiare. Fare cose stupide spesso aiuta a sciogliere meglio la tensione e affrontare le situazioni con una grinta rinnovata. 

Nella foto la piccola Lara indossava un paio di calzoncini; adorava quei pantaloncini corti verde acido e non vedeva l’ora che arrivasse l’estate per indossarli. Evitava persino di andare veloce con la sua bici per paura di cadere e sbucciarsi le ginocchia ed essere quindi costretta dalla mamma a mettersi i pantaloni lunghi. 

Guardando quella bambina buffa e i suoi adorati pantaloncini, da fashion blogger qual era, Lara si ritrovò a ragionare sul fatto che, così come crescono le bambine che li indossano, anche gli shorts evolvono e trovano nuove manifestazioni. 

Lara passò mentalmente in rassegna il suo armadio e si rese conto che, a partire da quei calzoncini verde acido, aveva collezionato un gran numero di pantaloncini di tutte le forme e i colori. Gli shorts, lunghi, corti, di jeans o di pelle, a fantasia o a tinta unita, si sono diffusi a macchia d’olio nel guardaroba femminile, superando addirittura le barriere stagionali. Si possono infatti indossare a gambe nude d’estate o con calde calze per combattere il freddo invernale. Ogni donna può trovare lo stile a lei più adatto in base alla forma del proprio corpo e al messaggio che vuole comunicare. Gli shorts infatti, tipicamente associati alla sfera mascolina, conferiscono a chi li indossa un look androgino ma allo stesso tempo sexy, comodo ma senza rinunciare a scoprire i punti giusti del corpo femminile. E forse in fondo ci piacciono anche perché ci riportano indietro nel tempo, trasmettendoci un po’ della spensieratezza dell’infanzia! 

E fu proprio su questa scia di pensiero che Lara decise il titolo del nuovo post della sua rubrica: HIDDEN CHILD! Avrebbe trasformato i calzoncini verde acido di una bambina buffa e imbranata in un capo di tendenza di una ragazza consapevole ma che sa anche come non prendersi sul serio…e quando succede, lo fa con stile! 


L’outfit hidden child risulta così composto:

 

Gli accessori richiamano i colori dell’outfit aggiungendo un tocco di verde che rende il look più vivace e allegro:

 

 

Ognuno di noi ha un fanciullo nascosto che si manifesta in certi nostri atteggiamenti. Voi come vi sentite? 

Bambini spocchiosi…..

 

…oppure grandi sognatori?

 

Timidi fanciulli….

 

o teneri combina-guai?

 

In ogni caso, che sia in fase di relax….

 

…o nel momento giocoso…

 

…l’importante è non perdere mai il nostro fanciullo interiore e quando possibile, lasciarlo libero di esprimersi!

–> https://www.magisto.com/video/Ok4TMl8TEz81BxhpYw

 

…and that’s all folks…for now, so stay tuned!!!

Previous Post Next Post

Leave a Reply

You may also like